fbpx
Seleziona una pagina

Come nasce un’idea? Come è nata PRECISA? Ve lo racconto.

Come è nata PRECISA? Voi direte, ma che ci importa a noi, basta che nasce. E invece no, io ve lo voglio proprio raccontare!
Spesso mi sentite dire che Precisa è nata da una mente disordinata, e così è. Quando ho iniziato a disegnarla, lei non raccontava propriamente di me. Era più che altro un’ispirazione alla mente delle donne organizzate, quelle che riescono a fare tutto mantenendo comunque integra la loro natura allegra e spigliata. Un designer inizia sempre così, da un’idea, poi subentra la scelta dei materiali e poi ancora la palette colori. Tutto si basa sulle scelte, ogni scelta ne preclude un’altra, per questo è necessario avere una certa progettualità. Ma la mia mente disordinata funziona al contrario, è disordinata proprio per questo. Così le mie scelte dipendono sempre dai materiali. Il perché, di questo filo illogico, me lo sono domandato tante volte e l’unica soluzione plausibile è che sono sempre stata capace di arrangiarmi senza compromettere la mia felicità. È un legame questo allora. Cerco nei materiali di recupero una sorpresa. Confido che dietro ogni pezzo si celi ancora una lunga storia e proprio in quel momento, allora, vedo la loro nuova vita. Niente superpoteri per me, solo un po’ di creatività!

complementi-di-arredo-green

Lam’ PRECISA

È iniziato tutto con lei, colpa di Barbara.
Barbara è una mia cara amica con un bimbo bellissimo che ormai diventa un ometto. Questa mia cara amica sa bene che prima di buttare qualsiasi cosa ancora utile deve aspettare il mio lasciapassare e così, puntualmente mi manda una foto con tanto di testo, sempre uguale, ” te lo porto o lo butto? “, “Che ti butti? Porta, porta!”. Che sia una scusa per prendere un caffè insieme o che davvero ormai io sia la sua Isola Ecologica, il giorno stesso che mi portò queste scatolette esagonali nella mia testa nacque Precisa.

complementi-di-arredo-green

Trettele PRECISA

Il nome reale era “Tre tele contro tre tele”, forse un po’ troppo lungo. Questa è davvero complicata da spiegare, lo devo ammettere. Ci provo… Quando utilizziamo pennelli e vernici per colorare un qualsiasi tipo di supporto, le setole del pennello s’impregnano del colore utilizzato. Ci sono due tipi di vernici, quelle ad acqua e quelle a solvente. L’unica cosa che accomuna le due, a parte il colore, è che i supporti che si utilizzano per stenderle prima o poi dovranno comunque esser ripuliti. Io uso sempre quelle ad acqua naturalmente, tuttavia, l’acqua consumata durante la pulizia deve pure andar a finire da qualche parte. Quell’acqua contiene vernice, che seppur prodotta nel rispetto dell’ambiente, produce inquinamento durante lo smaltimento. TRETTELE serve a scaricare il pennello prima di ripulirlo. In questo modo i residui presenti saranno certamente minori. Non consumo tanta acqua, non macchio il lavandino e non alimento la sporcizia negli scarichi. Brava io!

complementi-di-arredo-green

Segnal’ora PRECISA

Non ditelo a nessuno, lui è il mio preferito. Io vivo in un paese vicino Roma, si chiama Frascati e indovinate per cosa è famoso oltre che per la bellezza delle sue ville? Le fraschette! Benedetto il giorno che le inventarono. Luoghi questi in cui si mette a tavola tutta la bontà della nostre terre che allevano Porchetta e fanno crescere le Uve della Romanella. Ah, giusto, questo non è un blog culinario. Dicevo… Queste osterie solitamente servono queste prelibatezze su taglieri. Questi taglieri, dopo un po’, cominciano a macchiarsi, a graffiarsi e ad inumidirsi. E qui intervengo io. Rimuovo i primi strati, levigo le superfici, lascio asciugare il legno e li riuso per proporvi il mio orologio. Non chiedetemelo, vi prego. Non sentirete alcun odore di Porchetta, purtroppo per voi!

complementi-di-arredo-green

Portatutto PRECISA

Molto spesso utilizzo, nelle mie creazioni, legno derivante da Pallet. La maggior parte delle volte mi servo dei listelli, perfetti per moltissime cose. Poi però mi restano accatastati centinaia di cubotti da assemblaggio, intendo quelli che tengono uniti i vari listelli. Io li trovo meravigliosi perché sono l’elemento meno soggetto all’usura e soprattutto perché sono davvero resistenti. Sono i protagonisti di un’infinità di progetti, meritano anche loro un posto in prima fila.

complementi-di-arredo-green

Ammiraglia PRECISA

E’ lei. Lei comanda tutta la linea. Forse perchè è la più grande, forse perchè è stata la più impegnativa. Durante una mia consulenza di Ottimizzazione degli spazi, mi sono ritrovata a fare amicizia con gli operai, come al solito devo averli rimbambiti con tutte le mie chiacchiere. Stavano smontando una parete in cartongesso alzata un paio di anni prima. Fatto sta che per costruire un tramezzo bilaterale in cartongesso è necessario creare una struttura che il più delle volte è fatta di profilati in lamiera, tuttavia la vecchia scuola dimostra che si può fare anche con “cantinelle in legno”. E’ questo il caso. Almeno una cinquantina di Cantinelle nuove nuove, erano lì a fissarmi, a chiedermi di non lasciarle. Non ho saputo resistere, ne ho caricate quante più possibile nel mio furgoncino, (trattasi in realtà di una povera e mal capitata Fiat 500 bianca), Ammiraglia è frutto del viaggio in macchina. L’avrei voluta chiamare “Arca di Noè”, in memoria di tutto il legno che ho salvato in questi anni, poi però sono rinsavita e mi sono limitata ad Ammiraglia.

complementi-di-arredo-green

Tutto a posto PRECISA

Mi sbagliavo sul conto di TRETTELE, è decisamente più complicata TUTTO A POSTO. C’è un “Green” che non riguarda l’ambiente ed è quello che salva i rapporti tra le persone. Io ho un cuore grande, si, me lo dico da sola ma è vero, ho un cuore grande. Il punto è che ho scoperto che lo stesso cuore grande ce l’hanno in molti, che se proponi gentilezza ti risponderanno con altrettanta gentilezza e che se condividi le tue idee, queste appariranno più complete. Per questo la mensola PRECISA è disegnata da una ragazza con tanto talento, si chiama Jessica, ha il mio stesso grande cuore, la mia stessa grande passione e la mia stessa gentilezza. TUTTO A POSTO è frutto del suo ingegno e delle sue capacità. TUTTO A POSTO è frutto di un rapporto che deve assolutamente funzionare, quello tra esseri umani. E’ difficile pensare che non rispettando i nostri simili riusciremo a rispettare il “diverso”. Un piccolo passo tra di noi, perchè forse, a dirla tutta, l’Upcycling serve anche alle persone.

complementi-di-arredo-green